Come scegliere la stampante ad uso DOMESTICO!

 

Questa guida nasce dalle numerose richieste dei nostri clienti.

A chi non è capitato di dover cambiare stampate e non sapere come orientarsi tra le numerose opportunità, o di buttarsi frettolosamente sul prodotto più economico, rendendosi poi conto che non poteva fare scelta peggiore??

 

In questa guida cerchiamo di darvi una mano.

 

Ormai esistono una marea di prodotti per tutte le esigente e per tutte le tasche, ma andiamo a vedere quali sono i fattori da tenere in considerazione!

 

Bianco e nero o a Colori? sembra banale, ma è molto importante

Se si stampa in bianco e nero una stampante laser è quasi d’obbligo. Questa garantisce una qualità senza eguali e il costo copia è davvero conveniente.

Se invece avete intenzione di stampare anche a colori. Siete amanti della fotografia? Avete dei bambini che necessitano di stampare delle ricerche per la scuola? Oppure semplicemente, avete bisogno di stampare ricevute, biglietti aerei o fare una fotocopia di un documento di identità? allora la vostra scelta verterà su una stampante a getto d’inchiostro

Una volta scelta la tipologia di stampa, una caratteristica da considerare è la DIMENSIONE, a volte nei nostri appartamenti si ha poco spazio. Quindi non trascurate questo aspetto quando fate la vostra scelta.

Ora a passiamo a un aspetto per i più interessati alla fotografia, la RISOLUZIONE di stampa sarà un parametro molto importante.

La risoluzione può essere indicata come DPI (dot per inch, cioè punti per pollice) o PPI (pixel per pollice), quando abbiamo una risoluzione di 4200 x 1200 DPI diciamo che siamo già su una buona qualità.

 

Ora parliamo di quelle caratteristiche che interessano un po’a tutti: velocità di stampa, costo copia, e connettività.

Velocità di stampa: le stampanti a getto d’inchiostro solitamente riescono a stampare una pagina in un tempo che varia dai 5 ai 15 secondi. La velocità è indicata con la sigla PPM (Pagina per Minuto) ovviamente le stampanti laser sono molto più veloci, in media fanno tranquillamente 20 ppm.

Costo copia: cosa intendiamo con questo termine? In pratica è quello che NOI, con le cartucce compatibili e rigenerate andiamo a diminuire drasticamente.

Questo valore si calcola dividendo il costo del consumabile e il numero di copie che si fa con lo stesso. Ovviamente in base all’utilizzo il numero di copie varia in maniera significativa, ma facendo una media tra le copie intense (foto) e un testo senza grassetto, si può calcolare più o meno il costo copia e quindi quanto ci costerà nel tempo mantenere la nostra stampante.

Connettività: La maggior parte delle persone ha solo bisogno di una stampante da collegare al proprio PC, e quindi basterà prendere una semplice stampante dotata di cavo USB.

Ma ormai abbiamo i nostri documenti, foto e file in più dispositivi, non solo nel nostro PC ma anche nel cellulare e tablet e quale soluzione migliore se non acquistare una comodissima stampante wireless, non solo, in commercio esistono anche stampanti con il WiFi Direct, una caratteristica che ti permette di stampare dai tuoi dispositivi senza avere per forza una rete WiFi domestica.

Ecco alcune stampanti con un buon rapporto qualità prezzo al momento!

Buon shopping!